Uiltrasporti

AMBIENTE-LOGISTICA-PORTI



Relazione relativa alla Commissione Tecnica City Courier DHL

Abbiamo riscontrato nell'azienda Dhl una volontà di ridefinire la figura professionale di questi lavoratori con l'obiettivo di tutelarli maggiormente e migliorarne le condizioni di lavoro: negli ultimi 2 anni lo ha dimostrato rinnovando completamente il parco mezzi, i presidi di sicurezza ed i supporti informatici forniti.

Riconoscendo, come da sempre sostenuto dalle OOSS, che il pieno rispetto delle disposizioni previste dal vigente Contratto Collettivo Nazionale Logistica Trasporto Merci e Spedizioni ed il relativo sistema di relazioni sindacali sia la maniera più efficace per assicurare equi e corretti trattamenti economici e normativi, abbiamo verificato una condivisione di intenti che si è concretizzata prima con la costituzione di una commissione tecnica congiunta azienda-ooss e che ha portato poi alla realizzazione del presente accordo.La volontà comune alle parti è quella di valorizzare la professionalità di questi lavoratori la cui attività richiede competenza, conoscenza dei processi produttivi, contatto con la clientela ed uso di strumenti informatici di ultima generazione. Da qui il riconoscimento del 3 livello (impiegato e non più operaio) con passaggio di inquadramento garantito al 3S: la massima  tutela è stata inoltre applicata assicurando il passaggio diretto dei lavoratori, senza soluzione di continuità, mantenendo così i diritti normativi nonchè l'anzianità di servizio maturata, con il vincolo del perfezionamento del processo di affidamento durante il cambio di contratto di trasporto mediante accordo sindacale.Per la peculiarità dell'attività di city courier l'orario di lavoro ordinario sarà di 39 ore settimanali distribuito, in regime di flessibilità, su un nastro lavorativo di 44 ore, limite oltre il quale verrà applicato lo straordinario come previsto da CCNL: per compensare questa disponibilità al lavoratore viene riconosciuta una Indennità di Flessibilità  Settimanale (che è per natura contribuita) nonchè l'erogazione del ticket restaurant nella misura massima non tassabile.L'applicazione del CCNL porterà finalmente alla corresponsione della malattia, l'infortunio, permessi, rol ex festività, ferie nonchè l'attribuzione degli istituti corrisposti regolarmente, finora sconosciuti alla maggioranza dei lavoratori, "smarriti" in un mare di "regolamenti interni" delle società cooperative finora utilizzate.
L'adesione ai fondi di settore come la Previdenza Sanitaria Complementare ed Ente Bilaterale si tradurrà nel recupero concreto delle spese sanitarie sostenute dal lavoratore ed al sostegno della formazione dello stesso.Tutto questo sarà reso possibile dal fatto che, vincolando i propri fornitori all'applicazione tramite inserimento dell'accordo nel capitolato di gara, Dhl si impegna entro il 2017 ad effettuare progressivamente affidamenti del processo di distribuzione solo a soggetti che svolgano l'attività in modo diretto o secondo quanto indicato nella Legge di stabilità 2015.L'applicazione integrale di questo accordo coinvolgerà circa 1.900 lavoratori, per un investimento complessivo di quasi 23 milioni di euro.E' quindi evidente che si è inteso migliorare sia la qualità del lavoro che l'andamento delle attività aziendali, attuando di fatto un processo di fidelizzazione attraverso il riconoscimento delle competenze acquisite che auspichiamo possa progredire con azioni più concrete in un futuro prossimo, allo scopo manifesto di proseguire nella ricerca di ogni strumento volto a migliorare la condizione dei lavoratori.

Cordiali Saluti

Samuela Benvegnù

Componente Commissione Tecnica City Courier DHL

Trova documenti Logistica

UILTRASPORTI - Viale del Policlinico, 131 - 00161 Roma - Tel. 06 862671 - Fax 06 86207747
C.F. 80403560586