Uiltrasporti



Informazioni Coordinamento RLS del 28 Ottobre 2015

In data 28 ottobre si è tenuto il coordinamento Nazionale Salute e Sicurezza presso la UIL Confederale, al quale ha partecipato Paolo Collini in rappresentanza della UILTRASPORTI.

Questo appuntamento è stato preceduto da un convegno, tenutosi nella mattinata sempre presso la UIL, dal titolo "PER UN NUOVO MODELLO DI PREVENZIONE .... A PARTIRE DAL JOBS ACT", al quale hanno partecipato esponenti autorevoli, anche istituzionali, del mondo del lavoro che si occupano di temi di Salute e Sicurezza.

In sintesi l'intervento della UILTRASPORTI al Coordinamento :

C'è sempre di più uno  stretto legame tra Salute e Sicurezza e i modelli organizzativi, Da qui la necessità che le strutture sindacali si organizzino per mettere in condizione di avere un rapporto di maggiore collaborazione tra RSA/RSU e RLS. Gli aspetti di prevenzione si affrontano proprio nel determinare modelli organizzativi costruiti sulla conoscenza del lavoro e dei rischi che esso comporta. Quindi la sinergia tra RSA/RSU e RLS è sempre più necessaria.

Altro tema a carattere generale è quello della necessità di fare delle scelte organizzative che tengano conto dell’invecchiamento dell’età anagrafica dei lavoratori e dell’allungamento della vita lavorativa. Ogni modello organizzativo dovrebbe tener conto degli effetti, a vario titolo e nel tempo, che si determinano sui lavoratori. La prevenzione si fa oggi anche preoccupandoci di non generare, nel tempo, lavoratori che potrebbero avere difficoltà o peggio ancora essere non più idonei alla mansione domani.

Inoltre è stato rappresentata un’altra criticità. Se le Aziende non mettono tra le priorità una seria e costante politica di Prevenzione, avremmo davanti un “mondo del lavoro” caratterizzato da lavoratori, che pur di difendere la propria occupazione, non segnaleranno le loro condizioni di disagio rispetto ai temi e alle condizioni di Salute e Sicurezza.

In merito ad alcuni comparti :

MARITTIMI, FERROVIERI,PORTI

Non può essere più rinviato in un tempo indefinito l'approvazione dei decreti attuativi per permettere l'adeguamento e l'equiparazione per i settori Marittimi, Porti e Ferrovie alle norme  del Testo Unico (Decreto 81) su Salute e Sicurezza. Fino ad oggi si registrano una serie di proroghe. Nel 2012 il Governo Monti aveva dato mandato di fare la delega attuativa, ma allo stesso tempo aveva anche disposto che non c’era nessun vincolo temporale. Quindi di fatto nessuno è obbligato ad una scadenza. Infatti dal 2012 tutto è fermo, nonostante le numerose sollecitazioni delle OO.SS. di categoria.

IGIENE AMBIENTALE

E' stato illustrato il lavoro che la categoria sta seguendo nell'ambito del progetto Mancati Infortuni presso INAIL, frutto del protocollo con Federambiente e Fondazione Rubens Triva.

Su questo comparto è necessaria una forte attenzione alle PATOLOGIE MUSCOLO-SCHELETRICHE, in forte aumento dopo la massiccia introduzione e utilizzo delle attività di raccolta manuale, il cosi detto PORTA A PORTA.

TRASPORTO MERCI

E' stato reso noto il lavoro svolto dalla categoria nell'ambito dell'iniziativa della Presidenza del Consiglio – Dipartimento Politiche Antidroga, curato dall’ILO,  con UIL, Confindustria e Confartigianato, per la realizzazione di un progetto di sensibilizzazione e formazione rivolto alle imprese nel settore dei trasporti per ridurre l’incidentalità alcol/droga correlata. Durante i lavori tra le parti sociali hanno deciso, nel panorama dei Trasporti, di prendere in considerazione il comparto del Trasporto Merci. Il progetto adesso  attende l'ultimo parere della Presidenza del Consiglio per poter poi pubblicare delle LINEE di INDIRIZZO, finalizzate alla prevenzione degli incidenti collegati agli effetti psicotropi determinati dall’assunzione di sostanze stupefacenti, alcol e farmaci nel settore del TRASPORTO DI COSE SU STRADA.

E’ stata evidenziata l'importanza della PREVENZIONE in questo comparto perchè i possibili danni, verso se stessi e gli altri, che possono essere determinati dall'uso di suddette sostanze non ricadono solo sull'utilizzatore, ma anche sulla collettività. Un conduttore di un mezzo pesante che perde il controllo può determinare gravi conseguenze. Basti pensare ai molti casi di investimento di lavoratori nei cantieri e nelle corsie di emergenza delle autostrade. Sono ancora troppi i casi di contravvenzioni della Polizia Stradale nei confronti di soggetti che sono stati trovati con valori non consentiti (alcol e/o droga) ed anche molti che non rispettano i tempi di riposo. E' emblematico il recente il caso di un gruppo di autisti che hanno denunciato le vessazioni del datore di lavoro perchè gli costringeva al non rispetto delle norme.(contratto e codice della strada)  

SALUTE e SICUREZZA INSIEME

E’ stato illustrato lo stato attuale del progetto SALUTE e SICUREZZA INSIEME, nato dalla collaborazione con ITAL Nazionale, che ha determinato, a partire dal 2014, un corso di formazione ai RLS presso 7 nostre strutture regionali (Liguria, Piemonte, Veneto, Emilia Romagna, Abruzzo, Toscana e Calabria). Il progetto proseguirà nella altre regioni, ma è necessario rifocalizzare i termini del progetto per renderlo più efficace per la sua finalità.

Gli incontri con oltre 150 RLS della Uiltrasporti hanno fatto emergere alcune criticità che necessitano una riflessione interna per cercare di favorire e quindi evitare un potenziale “isolamento” di questa importante figura, che deve essere maggiormente valorizzata.

OBIETTIVI 2016 UILTRASPORTI

La Uiltrasporti intende promuovere per il 2016 :

  • Una campagna per riscoprire il valore della Prevenzione, attraverso l'importanza dei Mancati Infortuni e il ruolo fondamentale del lavoratore nel segnalare.
  • Un focus sulle patologie muscolo-scheletriche, in particolare nel settore dell’IGIENE AMBIENTALE in relazione all’aumento delle attività di raccolta MANUALE.
  • Un focus su Stress Lavoro Correlato perchè stanno aumentando questo genere di problematiche
  • Realizzazione di un portale Salute e Sicurezza UILTRASPORTI
  • Completare il progetto Salute e Sicurezza Insieme con ITAL Nazionale
UILTRASPORTI - Viale del Policlinico, 131 - 00161 Roma - Tel. 06 862671 - Fax 06 86207747
C.F. 80403560586
e-mail: webmaster@uiltrasporti.it