Uiltrasporti

TRASPORTO AEREO - PILOTI



RELAZIONE INCONTRO TECNICO 14 FEBBRAIO 2011

16/02/2011 | Area Piloti in CIGS

Il giorno 14 febbraio 2011 si è tenuto l’incontro tecnico tra INPS e le ORGANIZZAZIONI SINDACALI firmatarie degli accordi di PALAZZO CHIGI,  per la vertenza ALITALIA LAI.

Nella fattispecie si è ritenuto di vitale importanza tornare sulle questioni pensionistiche e le relative ricadute sui DIPENDENTI IN CIGS ed in parte anche sulla popolazione attiva.

I punti per i quali la nostra ORGANIZZAZIONE ha chiesto un chiarimento sono stati i seguenti:

1) modalità con le quali i lavoratori in CIGS/MOBILITA’, alla maturazione dei requisiti, verranno accompagnati alla “finestra pensionistica” nei 7 anni previsti di CIGS/MOBILITA’, con particolare attenzione alla procedura che l’INPS intende adottare per garantire la retribuzione all’interno dei 12 mesi di “finestra” previsti dalla normativa entrata in vigore il 1° gennaio 2011.

2) conferma dell’esistenza di casi di lavoratori posti in CIGS, e non richiamati da CAI, perchè considerati pensionabili  nei 7 anni di CIGS/MOBILITA’ (con le regole pensionistiche in vigore ad ottobre 2008).Lla nostra organizzazione è a conoscenza di circa 40 casi con queste caratteristiche. Per tale problematica riteniamo doveroso un chiarimento sulla reale situazione e possibili soluzioni 

3) mancato preavviso

4) problematica tassazione CIGS , conguaglio IRPEF  gennaio 2011 e relative conseguenze

Risposta al quesito 1)

Premessa:

Il personale in CIGS che avrebbe maturato i requisiti pensionistici nel periodo dal 14 ottobre 2008 fino allo scadere dei 7 anni di CIGS/MOBILITA’ concessa ad ALITALIA LAI (4 cigs /3 mobilità) non sarebbe stato assunto da ALITALIA CAI.

Con la prima parte della riforma delle pensioni, entrata in vigore il 1 gennaio 2011, le precedenti “finestre” fisse sono state sostituite da una “finestra” di 12 mesi, per cui il “diritto all’assegno pensionistico” è stato di fatto posticipato di un anno.

La seconda parte della riforma, in vigore dal 2015, prevede che, per ogni anno di anzianità (in virtù di una maggior longevità) si dovranno aggiungere 3 mesi per raggiungere i requisiti pensionistici.

Questi fattori modificano profondamente le basi degli accordi di PALAZZO CHIGI e quelli sottoscritti in  sede Ministeriale comportando, per coloro che, al momento della nascita di ALITALIA CAI, sono stati esclusi dalle assunzioni perchè in possesso dei requisiti di pensionabilità, un danno di non poco conto!

Risposta da INPS :

Al momento, non sono state comunicate variazioni di nessun genere sul trattamento del personale in CIGS/MOBILITA’ ex ALITALIA LAI quindi,  tutti coloro che nei 7 anni matureranno il requisito alla pensione, dovranno attendere 12 mesi prima del primo emolumento. Coloro che  matureranno i requisiti pensionistici all’interno del periodo di cassa integrazione 2008-2012, saranno accompagnati economicamente, fino allo scadere del dodicesimo mese. Per tutti coloro che matureranno il diritto alla pensione durante la mobilità non e’ stato possibile ricevere assicurazioni in merito alla copertura del periodo dei 12 mesi.

Inoltre,  tutto il personale che si troverà a maturare i requisiti entro il 2015, si vedrà slittare di ulteriori 3 mesi la data per il raggiungimento della pensione, a cui andranno aggiunti 12 mesi prima di poter vedere il primo emolumento, il tutto senza una copertura economica garantita.

Il punto 2) è stato trattato come conseguenza del punto 1) senza ulteriori aggiunte.

Circa il punto 3), che negli accordi di PALAZZO CHIGI viene identificato come periodo da aggiungere alla cassa integrazione,  non abbiamo ottenuto nessun tipo di risposta da parte dell’ INPS, in quanto non di sua competenza.

Per il punto 4) (richiesta di corretta tassazione degli importi di CIGS/FONDO SPECIALE)  l’INPS dichiara di non avere la possibilità di controllare la situazione e che molti dei conguagli sono scaturiti da errate dichiarazioni dei redditi, in particolare sono state applicate detrazioni a redditi superiori ai 55 mila euro, che non andavano fatte e per le quali si è dovuto fare un conguaglio molto corposo. Fondamentalmente ci è stato riferito che questa è la prassi e che tutte le categorie presentano lo stesso problema.

Evidenziamo che, ad oggi, sono stati segnalati dai nostri iscritti in CIGS, ulteriori conguagli anche nel mese di febbraio.

L’INPS avverte che potrebbero scaturire nuovi conguagli a mezzo F24 anche nel mese di marzo. 

Altre questioni sollevate durante la riunione:

TFR

Attualmente, per tutto il personale posto in CIGS, non ci sono indicazioni sulla procedura per ottenere il TFR che si  matura all’interno del periodo di cassa integrazione.

Secondo il responsabile INPS, il TFR , che per il 90% del Personale Navigante viene destinato ai FONDI DI PREVIDENZA COMPLEMENTARE,  non e’ attualmente garantito tramite il fondo di garanzia INPS.

DID e PATTO SERVIZIO

E’ stato chiarito definitivamente che e’ obbligatorio fare entrambi.

PRESENTAZIONE AUTOCERTIFICAZIONE OGNI 3 MESI

E’ stato richiesto da INPS un chiarimento, anche tramite ENAC, per stabilire una nuova procedura.

 

UILT PILOTI DIPARTIMENTO CIGS

UILTRASPORTI - Viale del Policlinico, 131 - 00161 Roma - Tel. 06 862671 - Fax 06 86207747
C.F. 80403560586
e-mail: webmaster@uiltrasporti.it