Uiltrasporti

MOBILITA' - T.P.L.

Error
  • JUser: :_load: Unable to load user with ID: 68


CCNL Trasporto Pubblico Locale

04/08/2011 | Ultime Notizie TPL

Ieri 3 agosto presso il Ministero dei Trasporti si è tenuto l’incontro tra Organizzazioni Sindacali e Associazioni Datoriali per tentare di riavviare il tavolo negoziale per il rinnovo del contratto del Tpl.

Dopo oltre 2 mesi di stop determinato dalle notevoli distanze nelle posizioni delle parti la riunione di ieri si è aperta con l’auspicio del Ministero di una rapida conclusione della vertenza attraverso un accordo “intelligente” indispensabile ad affrontare i cambiamenti che si prospettano nel settore per i prossimi anni.

Il presidente di Asstra, in nome delle AA.DD., pur convenendo sulla necessità di una rapida conclusione della vertenza ha sottolineato come le aziende siano sottoposte a notevoli pressioni determinate dal mancato ripristino dei tagli stabiliti dalla legge di stabilità nonché dai notevoli aumenti dei costi industriali. In ragione di ciò le AA.DD. sostengono la necessità di individuare soluzioni adatte a consentire alle aziende di poter svolgere i loro servizi anche attraverso recuperi di produttività.

Le OO.SS. hanno ribadito che non è possibile scaricare ancora una volta la crisi del settore sui lavoratori, che già tanto hanno dato in termini di recupero di produttività negli anni passati arrivando a livelli non ulteriormente comprimibili.

Le OO.SS. hanno inoltre sottolineato la necessità una riforma strutturale dell’intero sistema del trasporto pubblico che non può più essere fondato su logiche ormai vecchie e superate dagli eventi e che rischiano di travolgere tutti, lavoratori e aziende.

È necessario agire rapidamente per uscire dall’empasse e trovare soluzioni condivise attraverso le quali gestire il cambiamento e affrontare le ristrutturazioni aziendali con strumenti esigibili e che tutelino i lavoratori.

Tutto ciò dovrà passare inevitabilmente attraverso il rinnovo del CCNL, unico strumento capace di garantire le tutele e il necessario recupero salariale che i lavoratori aspettano ormai da 3 anni.

La posizione manifestata della Uiltrasporti è stata quella di pervenire alla rapida definizione di un accordo condiviso indispensabile a fronteggiare la  grave crisi che il sistema del Tpl registra in molte delle  realtà produttive del Paese e che definisca almeno tre aspetti fondamentali:

-         determinazione di uno strumento certo ed esigibile di sostegno al reddito per la gestione delle fasi di riassetto del settore evitando così soluzioni estemporanee e diversificate sul territorio;

-         rinnovo del CCNL all’interno del quale trovare le soluzioni per la definizione di forme di formazione, riqualificazione e sostegno per i processi di rinnovamento e ristrutturazione aziendale;

-         razionalizzazione dei centri di costo e superamento della enorme frammentazione aziendale attualmente esistente.

In conclusione dell’incontro il Ministero ha invitato le parti a condividere un percorso rapido per la conclusione della trattativa calendarizzando per il mese di settembre una serie di incontri che possano portare entro due settimane ad un accordo condiviso.

Le parti hanno condiviso la necessità di accelerare ilo confronto fissando alcuni punti fondamentali di discussione primo tra tutti quello della definizione di un percorso per la implementazione di uno strumento di sostegno alla ristrutturazione del settore.

Proprio da questo tema ripartirà il confronto programmato per la prima settimana di settembre.

 

UILTRASPORTI - Viale del Policlinico, 131 - 00161 Roma - Tel. 06 862671 - Fax 06 86207747
C.F. 80403560586