Uiltrasporti

AMBIENTE-LOGISTICA-PORTI

Error
  • JUser: :_load: Unable to load user with ID: 76


Dichiarazione Stampa Claudio Tarlazzi

Rispetto alle sollecitazioni al Governo ed al Parlamento da parte di alcuni armatori, circa la richiesta di deregolamentare alcuni servizi portuali ed i servizi tecnico nautici, è opportuno chiarire che si tratta di servizi strettamente legati alla sicurezza sul lavoro e alla sicurezza della navigazione in porto, nonché di mercati, in particolar modo quelli delle operazioni portuali, gia ampliamente disciplinati dalla legge 84/94.

 

 

Vanno pertanto respinti i tentativi di scaricare sui lavoratori gli effetti della crisi e peggio ancora non è possibile diminuire ulteriormente i già fin troppo precari standard di sicurezza. Al ministro Passera andrebbe anche detto che i porti hanno bisogno della pace sociale garantita sino ad ora e che la sovrapposizione dei mercati già presenti nei porti dopo la privatizzazione delle operazioni portuali, genera ulteriore disoccupazione e ulteriori carichi sulla fiscalità generale.

E' ora di finirla con applicazioni fantasiose della legge 84/94. La sicurezza  della navigazione in porto e quella sul lavoro non devono essere variabili assoggettate al maggior profitto, specie se a chiederlo sono coloro  che già beneficiano di sufficienti finanziamenti dallo Stato. 

Roma, 2 agosto 2012

Trova documenti Logistica

UILTRASPORTI - Viale del Policlinico, 131 - 00161 Roma - Tel. 06 862671 - Fax 06 86207747
C.F. 80403560586